Biografia di Rainer Maria Rilke

Rainer Maria Rilke
Nazione: Austria    
René Karl Wilhelm Johann Josef Maria Rilke nacque a Praga il 4 dicembre 1875 e morì a Les Planches, Svizzera, il 29 dicembre 1926 (ricordiamo che Praga si trova in una regione chiamata Boemia che, all'epoca della nascita di Rilke, faceva parte dell'Austria). Fu poeta, drammaturgo e scrittore.
Frequentò la scuola elementare tedesca fino al 1886 per poi entrare nella scuola militare di Sankt Pölten. Già in questo periodo scrisse alcune brevi poesie, un diario e un libro storico. La sua prima opera ad essere pubblicata fu Die Schleppe ist nun Mode, nel settembre del 1890. Lasciata la scuola militare si iscrisse all'Accademia del Commercio ma lasciò anche questa prima di aver conseguito il diploma. Grazie ai finanziamenti dello zio, studiò privatamente per conseguire il diploma e iscriversi poi a Giurisprudenza. Si trasferì poi a Monaco, in Baviera, per studiare filosofia all'Università e lì frequentò i salotti letterari incontrando diversi altri intellettuali dell'epoca.
Il 12 maggio 1897 conobbe Lou Andreas-Salomé, con la quale iniziò un rapporto epistolare ed affettivo che durò fino alla sua morte. L'anno successivo studiò arte e letteratura italiana e visitò Firenze, mentre l'anno dopo ancora si iscrisse alla facoltà di storia dell'Arte dell'Università di Berlino. Si recò quindi in Russia con Lou Salomé e il marito di lei, Carl Friederich Andreas. Il viaggio, durante il quale conobbe Tolstoj e Pasternak, gli lasciò una gran passione per l'arte e la letteratura russe, tant'è vero che al suo ritorno pubblicò su Die Zeit un saggio sull'arte russa e nel 1900, con Lou Salomé, instraprese un viaggio di tre mesi e mezzo nella terra degli Zar. Poco dopo sposò la scultrice Clara Westhoff, dalla quale ebbe una figlia, che chiamarono Ruth.
Tra il 1903 e il 1904 visse per nove mesi a Roma, dove scrisse tre liriche ad altre opere. Si trasferì poi in Svezia dove ebbe modo di leggere le opere di Kierkegaard. Nel 1905 incontrò di nuovo Lou Salomé, che non vedeva da quattro anni perchè lei si era trasferita a Gottinga col marito. A settembre venne invitato in Francia da Auguste Rodin, scultore e pittore, di cui Rilke divenne segretario. I due poi litigarono, e Rilke si trasferì a Parigi dove continuò a lavorare sulla sua opera Neue Gedichte il cui completamento richiese 8 lunghi anni. Dopo aver viaggiato in Belgio con la moglie e la figlia, visitò Capri e vi rimase per circa sei mesi.
Negli anni successivi viaggiò molto, sia in Italia sia in Francia. Riallacciò i rapporti con Rodin e a Parigi soggiornò all'Hotel Biron con Jean Cocteau, Isadora Duncan e lo stesso Rodin. Questo soggiorno durò ben tre anni. Poi Rilke viaggiò in Africa per qualche mese. Tornò a Napoli ma poi salpò nuovamente per visitare l'Egitto. Al suo ritorno approdò a Venezia e si recò nuovamente a Parigi dove André Gide tradusse in francese alcune parti dei Quaderni di Malte. Poco dopo si separò dalla moglie e trascorse poi alcuni mesi a Duino, in provincia di Trieste, ospitato da Maria Augusta di Thurn und Taxis, scrivendo nel contempo la Prima elegia duinese. Durante alcuni viaggi a Venezia conobbe e frequentò Eleonora Duse. Nel 1913, dopo alcuni viaggi in Spagna e Germania, Lou Salomé gli presentò Sigmund Freud. Tornato nuovamente a Parigi, tradusse in tedesco l'opera di Gide intitolata Le retour de l'enfant prodigue.
Anche negli anni successivi Rilke non stette mai a lungo nello stesso posto: dopo Italia (Assisi) e Francia (Parigi), si recò nuovamente in Germania, dove conobbe la pittrice Lou Albert-Lasard che fu sua compagna negli anni che trascorse a Monaco. A partire dal 1915 si appassionò agli scritti di Dostoevskij e Flaubert, tradusse poesie di Mallarmé e testi di Paul Valéry. Questi ultimi furono una vera rivelazione per Rilke, come lui stesso confidò successivamente a Gide.
Dal 1923 la salute di Rilke cominciò a venir meno. Ebbe problemi intestinali, finì in sanatorio una prima volta e, dopo alcuni viaggi (nulla poteva fermarlo) anche una seconda. Alla fine, si scoprì che la malattia che lo affliggeva era leucemia mieloide cronica. Morì il 29 dicembre 1926 e fu sepolto nel cimitero di Raron come da sue disposizioni testamentarie.

Frasi di Rainer Maria Rilke

Abbiamo un totale di 7 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

Essere amati è passare. Amare è durare.


Leggi le frasi di Rainer Maria Rilke