Biografia di Antoine Rivaroli

Antoine Rivaroli
Nazione: Francia    
Antoine Rivaroli nacque a Bagnols-sur-Cèze, Francia il 26 giugno 1753 e morì a Berlino il giorno 11 aprile 1801. Fu giornalista, scrittore e aforista.
Di chiare origine italiane, fu un esperto linguista che condusse studi in seminario per poi svolgere l'opera di istitutore e fu discepolo di Voltaire. Favorevole alla monarchia, al contrario del suo contemporaneo Nicolas de Chamfort, a sua volta aforista, si trasferì a Parigi nel 1777 fingendosi conte, da cui l'appellativo di conte di Rivarol. Negli anni successivi pubblicò diversi scritti e tradusse in francese l'Inferno di Dante. Divenne famoso nel 1788 scrivendo Petit almanach de nos grands hommes, opera ritenuta scandalosa, nella quale fece della satira su alcune personalità dell'epoca. Qualche anno dopo pubblicò Il piccolo dizionario dei grandi uomini della Rivoluzione dove personaggi come Marat, Danton e Robespierre venivano messi alla berlina. Nel 1792, su consiglio del re Luigi XVI, scappò a Bruxelles per sfuggire proprio agli uomini di Robespierre e lì ebbe modo di incontrare l'autore romantico Chateaubriand. Si recò anche a Londra e poi a Berlino, dove morì nel 1801.


Frasi di Antoine Rivaroli

Abbiamo un totale di 45 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

L'oblio sarebbe un rimedio sovrano, se non ci ricordassimo d'avere obliato.


Leggi le frasi di Antoine Rivaroli