Frasi di Giacomo Leopardi

51/71

La noia è la più sterile delle passioni umane. Com'ella è figlia della nullità, così è madre del nulla: giacché non solo è sterile per se, ma rende tale tutto ciò a cui si mesce o avvicina.

52/71

La noia non è altro che il desiderio puro della felicità non soddisfatto dal piacere, e non offeso apertamente dal dispiacere.

53/71

La noia non è se non di quelli in cui lo spirito è qualche cosa.

54/71

La pazienza è la più eroica delle virtù, giusto perché non ha nessuna apparenza d'eroico.

55/71

Un uomo tanto meno o tanto più difficilmente sarà grande, quanto più sarà dominato dalla ragione.

56/71

La stima non è prezzo di ossequi: oltre che essa, non diversa in ciò dall'amicizia, è come un fiore, che pesto una volta gravemente, o appassito, mai più non ritorna.

57/71

Non basta che lo scrittore sia padrone del proprio stile. Bisogna che lo stile sia padrone delle cose.

58/71

Non si vive al mondo che di prepotenza.

59/71

Non ti accorgi Diavolo, che tu sei bella come un Angelo?

60/71

Tornami in mente il dì che la battaglia d'amor sentii la prima volta e dissi: Oimè, se questo è amor, com'ei travaglia!

61/71

Quasi tutte le principali scoperte che servono alla vita civile sono state opere del caso.

62/71

Se la miglior compagnia è quella dalla quale noi partiamo più soddisfatti di noi medesimi, segue ch'ella è appresso a poco quella che noi lasciamo più annoiata.

63/71

Senza le illusioni non ci sarà quasi mai grandezza di pensieri, né forza, impeto e ardore d'animo, né grandi azioni che per lo più son pazzie.

64/71

Tutto è amor proprio nell'uomo e in qualunque vivente. Amabile non pare e non è se non quegli che lusinga o giova l'amor proprio altrui.

65/71

Sono convinto che anche nell'ultimo istante della nostra vita abbiamo la possibilità di cambiare il nostro destino.

66/71

...e d'altro non brillin gli occhi tuoi se non di pianto.

67/71

Chi ha il coraggio di ridere è padrone del mondo.

68/71

Il forse è la parola più bella del vocabolario italiano, perché apre delle possibilità, non certezze... Perché non cerca la fine, ma va verso l'infinito.

69/71

La morte non è male: perché libera l'uomo da tutti i mali, e insieme coi beni gli toglie i desiderii.

70/71

La vita e l'assoluta mancanza d'illusione, e quindi di speranza, sono cose contraddittorie.

71/71

I fanciulli trovano tutto nel nulla,
gli uomini il nulla nel tutto.


Biografia di Giacomo Leopardi