Frasi di Roberto Gervaso

251/770

Gli alberi del viale si piegano l'uno verso l'altro per confidarsi i loro segreti.

252/770

La morte non ci distrugge: ci trasforma. Ma in che cosa?

253/770

Vorrei essere come gli altri solo se cento, centomila, un milione di altri volessero essere come me.

254/770

"Gli animali non sanno amare" ha scritto la Civiltà cattolica. Speriamo che non facciano eccezione per i padri gesuiti.

255/770

Una giusta dose di dolore ci fa maturare, ma una dose eccessiva ci paralizza, quando non ci annienta.

256/770

Dalla perdita di pudore una coppia ha tutto da guadagnare.

257/770

Per meritare le grandi cose bisogna aver fatto bene le piccole.

258/770

Nelle foglie cadute leggo il mio passato.

259/770

È così sporco che, quando si lava, nessuno più lo riconosce.

260/770

Per pensare a Dio bisogna prima sentirlo.

261/770

È un umorista così sottile che quando, invece di sorridere, ride, si spezza.

262/770

Mi guardo allo specchio, e mi riconosco.

263/770

Niente, più dell'amicizia, mette alla prova il nostro egoismo.

264/770

L'indigenza è una povertà presentabile.

265/770

Se l'anima dovesse morire col corpo, di quanti peccati non commessi ci pentiremmo!

266/770

I nostri intellettuali sono pronti a tutto. Anche a non rischiare nulla.

267/770

Il sogno del politico: essere cremato e chiuso in un'urna. Elettorale.

268/770

Quanto più temo un pericolo, tanto meglio, man mano che si avvicina, lo affronto.

269/770

Aduliamo i potenti nella misura in cui speriamo possano giovarci.

270/770

La verità non è né nuda né cruda, né pura né semplice. Esattamente come la menzogna.

271/770

A Natale, con tutta la sua retorica, non mi sento affatto più buono, ma solo più ipocrita.

272/770

Mi piacerebbe (fra un secolo) vedere il senatore Spadolini andarsene in punta di piedi.

273/770

I nostri intellettuali, prima di prendere posizione, prendono le distanze dalla propria coscienza.

274/770

Niente nuoce agli uomini più del potere esercitato su di loro da altri uomini.

275/770

Riusciamo ad essere noi stessi soprattutto nel peggio.

276/770

Se fossi un grande scrittore non dubiterei di essere grandissimo.

277/770

Sessualmente, sono stato prima un caccia, poi un bombardiere, quindi un ricognitore e infine, oggi, un aliante.

278/770

La verità non va mai detta per il semplice motivo che raramente viene creduta.

279/770

Nessuna donna riesce a farci sentire più in colpa di una donna colpevole.

280/770

Di un giudice non bisognerebbe conoscere né il nome né il volto né la voce, ma solo le sentenze.

281/770

Lairana non solo ha capito che nessuna, meglio di lei, poteva capirmi, ma anche che volevo esser capito solo da lei.

282/770

Di indipendente, in Italia, c'è solo l'anarchia.

283/770

Il dolore ci matura ma, se troppo forte, ci avvizzisce precocemente.

284/770

Far bene il proprio dovere è un dovere, ma dovrebbe anche essere un calcolo. Il lavoro fatto bene e con amore impegna di più e stanca di meno di quello fatto male e controvoglia. La soddisfazione lenisce lo sforzo.

285/770

Gli uomini hanno paura dei fantasmi, o i fantasmi degli uomini?

286/770

La lussuria è una forma acuta di etilismo erotico.

287/770

Chi riconosce una propria infedeltà non era degno di commetterla.

288/770

Il superbo crede di essere più di quello che è, anche perchè trova sempre chi glielo fa credere.

289/770

Ci sono avari così avari che, se ti regalano qualcosa, tu ti affretti a restituirgliela.

290/770

Quanti pidocchi nella barba dei moralisti!

291/770

Adulteri si nasce; cornuti si diventa.

292/770

Di poco o di molto, bisogna comunque accontentarsi.

293/770

Il pino solitario vorrebbe avere tanto "quel" vizietto.

294/770

Forse, la felicità non è fatta neppure di attimi.

295/770

L'alcova sta al talamo come il peccato al precetto.

296/770

È più facile rinunciare a un amico che a un adulatore.

297/770

La donna ama làuomo pretendendo di legarlo a sè; l'uomo ricambia facendosi legare.

298/770

L'amore finisce per tante ragioni, restituendo la ragione a chi, per amore, l'aveva perduta.

299/770

C'è gente così indaffarata che non trova nemmeno il tempo di fare altro.

300/770

A forza di fare buon viso a cattivo gioco si rischia di perdere la faccia.


Biografia di Roberto Gervaso