Frasi di Roberto Gervaso

451/770

Come si dimenticano facilmente gli amori eterni!

452/770

L'ironia è l'arguzia intelligente e discreta dello spirito.

453/770

Ciò che l'uomo conosce di se stesso non lo aiuta né a vivere né a morire.

454/770

"Partire" dice il proverbio "è un po' morire". Non esageriamo.

455/770

Le donne sono curiose; gli uomini, impazienti.

456/770

"Chi si accontenta gode". Non è vero, ma è meglio crederlo.

457/770

Il sogno che si realizza come l'avevamo immaginato è sempre una delusione.

458/770

L'invidia nasce spesso da orgoglio ferito o da emulazione mancata.

459/770

"Al cuore non si comanda". Ma andate a spiegarlo a chi non amate più.

460/770

L'alienazione nasce dall'incapacità di accettare il peggio della vita.

461/770

"A tutto c'è rimedio fuorché alla morte". E se, invece, proprio questa fosse l'ultimo rimedio?

462/770

L'unico banco di prova dell'amicizia fra uomo e donna è il sesso; solo se riuscirete a passare una notte nel medesimo letto con la vostra partner senza desiderarla, e senza farvi da lei desiderare, potrete dirvi amici.

463/770

Ci tengono compagnia più i dubbi che le certezze.

464/770

Ci sono persone così noiose che, quando dormono, lo sono meno.

465/770

Dei tanti sinonimi di fascismo, comunismo resta il più attuale.

466/770

Il pregiudizio è un'opinione astiosa e faziosa, una mano tesa al fanatismo.

467/770

Il brutto della conversazione è che bisogna anche saper ascoltare.

468/770

È più facile ridere degli altri che si se stessi; ma è meglio sorridere di se stessi che degli altri.

469/770

L'amore esige fedeltà; l'amicizia, rispetto.

470/770

Non c'è peggior nemico di chi abbiamo amato, non amiamo più, e ancora ci ama.

471/770

Tutte le volte che tradisco mia moglie è perché, se non la tradissi, mi pentirei.

472/770

Alla pace dei sensi vorrei arrivare dopo una serie di armistizi.

473/770

Sull'uomo caduto in disgrazia nessuno infierisce meglio dei suoi ex adulatori.

474/770

Neanche un'amicizia può essere veramente disinteressata.

475/770

Se l'uomo sapesse ciò che vuole, si accontenterebbe di molto meno.

476/770

La giovinezza se n'è andata ma, anche se tornasse, non saprei più che cosa farmene.

477/770

Gli uomini, con buona pace di Rousseau, nascono cattivi e diventano pegiori.

478/770

La pioggia, bagnandomi il viso, mi accarezza il cuore.

479/770

Degli altri ci fanno soffrire più i successi che i fallimenti.

480/770

Com'è difficile capire quello che non vogliamo capire!

481/770

Il cielo mi fa sentire immensamente grande il mio immensamente piccolo.

482/770

A na donna che ci ama chiediamo non solo quel che può darci, ma anche quello che non ci darà mai.

483/770

Ci sono donne che vi respingono perchè non siete il loro tipo, e donne che vi respingono perchè lo siete troppo.

484/770

Chiedere a chi non ci ama più di continuare ad amarci, è come chiedere la grazia a chi ci condanna a morte.

485/770

L'invidia: impotenza perfida, omaggio velenoso a chi possiede quei meriti e quelle virtù che a noi mancano.

486/770

La castità rafforza il carattere, rendendolo insopportabile.

487/770

Se penso al passato, mi è impossibile immaginare il futuro.

488/770

Solo chi promette l'impossibile può tradire le promesse.

489/770

Chi dice che "comandare è meglio che fottere" seguiterà allegramente a fottere.

490/770

Ricordiamo più facilmente le donne che ci hanno negato o loro favori di quelle che ce li hanno concessi.

491/770

Un politico sincero è semplicemente un politico sconfitto.

492/770

Lo scettico è un cinico alle prime armi.

493/770

Se Dio avesse fatto davvero l'uomo a propria immagine e somiglianza, si sarebbe mortalmente annoiato.

494/770

C'è un solo modo per non desiderare più la donna d'altri: farla nostra.

495/770

Aiutiamo chi ha bisogno. Purché non ne abbia troppo, né troppo a lungo.

496/770

Gli affari sono affari solo se riescono.

497/770

Quanti matrimoni sono naufragati perchè l'anima gemella aveva anche un corpo.

498/770

Il nostro intellettuale sa quel che vuole, ma sa ancora meglio quel che vuole il padrone di turno.

499/770

Dio diede la parola all'uomo non immaginando l'uso che ne avrebbe fatto.

500/770

Solo in punto di morte, non riuscendo a immaginare il peggio, il pessimista troverà finalmente pace.


Biografia di Roberto Gervaso