Frasi di Oscar Wilde

251/628

Nessun grande artista vede mai le cose come sono veramente. Se lo facesse, smetterebbe di essere un artista.

252/628

Nessun uomo civile si rammarica mai per un piacere e nessun uomo incivile sa che cosa sia un piacere.

253/628

Nessun uomo è abbastanza ricco da poter riscattare il proprio passato.

254/628

Nessun uomo ha veramente successo a questo mondo, a meno che non abbia una donna alle sue spalle, poiché sono le donne a governare la società. Se non si hanno donne al proprio fianco, si è fuori dal mondo.

255/628

Nessuna vita è rovinata, tranne quella la cui crescita si è arrestata.

256/628

Nessuno di noi riesce a sopportare che gli altri abbiano gli stessi nostri difetti.

257/628

Nient'altro fa invecchiare le donne, oggi, quanto la fedeltà dei loro ammiratori.

258/628

Niente è come la giovinezza. Gli uomini di mezza età sono sotto ipoteca della vita, i vecchi si trovano nel suo ripostiglio. Ma i giovani sono i Signori della Vita.

259/628

La giovinezza si trova di fronte a un regno. Ogni uomo nasce re, ma la maggior parte degli uomini muore in esilio, proprio come la più parte dei re.

260/628

Niente invecchia come la felicità.

261/628

Niente ottiene successo come l'eccesso.

262/628

Non bisogna mai cercare di capire una donna. Le donne sono delle immagini; gli uomini sono dei problemi. Se vuoi sapere che cosa una donna veramente intenda (il che comunque è sempre pericoloso) guardala, non ascoltarla.

263/628

Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene o scritti male.

264/628

Non costa molto essere cortesi con quelle persone di cui non c'importa un bel niente.

265/628

Non dire che sei d'accordo con me. Quando la gente è d'accordo con me mi sembra sempre di essere nel torto.

266/628

Non dovremmo mai credere a una donna che dica la sua vera età. Colei che la rivela è pronta a raccontare tutto.

267/628

Non è saggio trovare dei simboli in tutto ciò che l'uomo vede. Il simbolo fa la vita piena di terrori.

268/628

Non esiste il marito ideale. Il marito ideale rimane celibe.

269/628

Non esistono i presagi: il destino non manda araldi. E' troppo saggio o troppo crudele per farlo.

270/628

Non inventare assolutamente niente è un atto di genio puro e, in un'epoca commerciale come la nostra, indica un considerevole coraggio fisico.

271/628

Non mancare mai di rispetto alla buona società... solo chi non riesce ad accedervi lo fa.

272/628

Non parlo mai mentre ascolto la musica, o almeno nell'esecuzione di buona musica. Se si ascolta della cattiva musica, è un dovere coprirla con la conversazione.

273/628

Non peccano affatto coloro che peccano per amore.

274/628

Non si è mai troppo prudenti nella scelta dei propri nemici.

275/628

Non sono favorevole al lunghi fidanzamenti: danno l'opportunità di scoprire il carattere l'uno dell'altro prima del matrimonio, il che non è mai auspicabile.

276/628

Non sono più giovane abbastanza per sapere tutto.

277/628

Non vi è niente al mondo paragonabile alla devozione di una moglie. E di ciò i mariti non hanno alcuna idea.

278/628

Nulla di ciò che è veramente utile si può insegnare.

279/628

Nulla dovrebbe essere oltre la speranza. La vita è una speranza.

280/628

Nulla è pericoloso quanto l'essere troppo moderni. Si rischia di diventare improvvisamente fuori moda.

281/628

Nulla può curare l'anima se non i sensi, come nulla può curare i sensi se non l'anima.

282/628

Nulla si raffina, tranne l'intelletto.

283/628

O se ne va quella carta da parati, o me ne vado io.

284/628

O si è un'opera d'arte o la si indossa.

285/628

Oggi bisogna avere qualche occupazione. Se non avessi i miei debiti, non avrei nulla a cui pensare.

286/628

Oggi è pericolosissimo per un marito manifestare attenzioni a sua moglie in pubblico. Ciò fa sempre pensare alla gente che la maltratti in privato. Tanta è l'incredulità del mondo nei confronti di ciò che ha l'apparenza della felicità coniugale.

287/628

Oggi essere comprensibili equivale ad essere scoperti.

288/628

Oggi la gente sembra guardare alla vita come a una speculazione. Non è una speculazione, è un sacramento. Il suo ideale è l'amore, la sua purificazione è il sacrificio.

289/628

Oggi la maggioranza della gente muore di un deprimente buon senso e scopre, quando è troppo tardi, che l'unica cosa di cui non ci si pente mai sono i propri errori.

290/628

Ogni autorità è degradante.

291/628

Ogni santo ha un passato, mentre ogni peccatore ha un futuro.

292/628

Ogni singola opera d'arte è l'adempimento di una profezia.

293/628

Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero.

294/628

Ogni volta che si ama, è l'unica volta in cui si è mai amato. La differenza dell'oggetto non altera l'unicità della passione: semplicemente la intensifica.

295/628

Ognuno ha in sé inferno e paradiso.

296/628

Per acquistare popolarità bisogna essere una mediocrità.

297/628

Per comprendere certi delitti basta conoscere le vittime.

298/628

Per entrare nella migliore società, oggi, bisogna servire buone colazioni alla gente, divertirla o scioccarla: nient'altro.

299/628

Per essere felici bisognerebbe vivere. Ma vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste e nulla più.

300/628

Per mettere alla prova la realtà dobbiamo vederla sulla fune del circo. Quando le verità diventano acrobate, allora le possiamo giudicare.


Biografia di Oscar Wilde