Frasi di Aldous Huxley

1/76

L'esperienza non è ciò che accade a un uomo, ma quello che un uomo fa con ciò che gli accade.

2/76

Forse la Terra è l'inferno di un altro pianeta.

3/76

Più una mente è potente e originale, più si orienterà verso la religione della solitudine.

4/76

Non i filosofi, ma coloro che si dedicano agli intagli in legno e alle collezioni di francobolli costituiscono l'ossatura della società.

5/76

Per il suo cane ogni uomo è Napoleone; ecco spiegata la costante popolarità dei cani.

6/76

Un governo del terrore funziona nel complesso meno bene del governo che, con mezzi non-violenti, manipola l'ambiente e i pensieri e i sentimenti dei singoli, uomini donne e bambini.

7/76

Un uomo può sorridere e risorridere ed essere uno scellerato.

8/76

Dopo il silenzio ciò che si avvicina di più nell'esprimere ciò che non si può esprimere è la musica.

9/76

L'amore vero essendo infinito ed eterno, non può essere consumato che nell'eternità.

10/76

La felicità è come il coke: qualcosa che si ottiene come sottoprodotto mentre si fa qualcos'altro.

11/76

Morte... è l'unica cosa che non siamo riusciti a volgarizzare del tutto.

12/76

Non c'è sostituto per il talento. La laboriosità e tutte le virtù non servono a nulla.

13/76

Più le qualità di un uomo sono notevoli, più grande è il suo potere di traviare gli altri.

14/76

Un'imitazione caricaturale, esagerata, di qualcuno che conosciamo non è altrettanto divertente quanto quella che quasi non si può distinguere dall'originale.

15/76

Ben pochi amano davvero viaggiare. Se affrontano i fastidi e le spese di un viaggio non è tanto per curiosità o per divertimento o per il piacere di vedere cose belle e insolite, quanto per una forma di snobismo.

16/76

Definito in termini psicologici, un fanatico è un uomo che compensa consciamente un dubbio segreto.

17/76

Il recente progresso nella scienza applicata alla costruzione degli armamenti è stato un progresso nello sviluppo delle armi che distruggeranno più indiscriminatamente a più grandi distanze.

18/76

La grande tragedia della scienza: il massacro di una bella ipotesi da parte di un brutto dato di fatto.

19/76

Meglio il sacrificio di uno solo che la corruzione di molti.

20/76

Non esistono formule, né metodi: solo amando noi impariamo ad amare.

21/76

Per ciò che riguarda le masse della umanità, quella a venire non sarà l'Era Spaziale; sarà l'Era della Sovrappopolazione.

22/76

Un'assurdità che una creatura ragionevole si vergognerebbe di scrivere, di dire, persino d'ascoltare, si può invece ascoltare cantata, o cantare con piacere, addirittura con una certa convinzione intellettuale.

23/76

Le parole formano il filo con cui leghiamo le nostre esperienze.

24/76

Che l'umanità in genere sarà mai in grado di fare a meno dei Paradisi Artificiali, sembra molto improbabile. La maggior parte degli uomini e delle donne conduce una vita, nella peggiore delle ipotesi così penosa, nella migliore così monotona, povera e limitata, che il desiderio di evadere, la smania di trascendere se stessi, sia pure per qualche momento, è, ed è stato sempre, uno dei principali bisogni dell'anima.

25/76

La volontà d'ordine può trasformare in tiranno chi voleva solamente spazzar via la confusione. La bellezza dell'ordine serve di giustificazione al dispotismo.

26/76

La memoria di ogni uomo è la sua letteratura privata.

27/76

Non si può avere una civiltà durevole senza una buona quantità di vizi amabili.

28/76

Sensazioni, sentimenti, intuiti, fantasie, tutte queste cose sono personali e, se non per simboli e di seconda mano, incomunicabili.

29/76

Vederci come gli altri ci vedono è uno tra i doni più salutari. Appena meno importante è la capacità di vedere gli altri come essi si vedono.

30/76

I figli hanno sempre un desiderio ribelle di essere disillusi da ciò che ha affascinato i loro padri.

31/76

L'eccentricità è la giustificazione di tutte le aristocrazie. Essa giustifica le classi agiate, la ricchezza ereditata, i privilegi, le donazioni e altre ingiustizie dello stesso genere.

32/76

Le folle consentono ad ascoltare il filosofo per divertirsi, nello stesso modo che ascolterebbero un suonatore di cornamusa o un ciarlatano.

33/76

Noi viviamo insieme, agiamo e reagiamo gli uni agli altri; ma sempre, in tutte le circostanze, siamo soli.

34/76

Non c'è civiltà senza stabilità sociale. Non c'è stabilità sociale senza stabilità individuale.

35/76

Per una oscura legge psicologica, parole e azioni che, prese da sole, sono serie diventano comiche appena si copiano.

36/76

A una tragedia si partecipa. Una commedia la si guarda soltanto.

37/76

Esistono tre tipi di intelligenza: l'intelligenza umana, l'intelligenza animale e quella militare.

38/76

L'amore è incompatibile con la vita. Il desiderio di due cuori che si amino veramente, non è vivere insieme, ma morire insieme.

39/76

La costituzione democratica è un mezzo per impedire che singoli governanti cedano alle tentazioni, oltremodo pericolose, che nascono quando troppo potere si concentra in troppe poche mani.

40/76

Noi sappiamo che la bontà dei fini non giustifica l'uso dei mezzi cattivi. Ma che dire delle situazioni così frequenti oggi, in cui mezzi buoni danno risultati finali che si rivelano cattivi?

41/76

Non possiamo liberarci con la ragione della nostre fondamentali irrazionalità. Possiamo soltanto imparare l'arte di essere irrazionali in modo ragionevole.

42/76

Tale è la natura del potere che anche coloro i quali, pur non cercandolo, vi sono stati costretti tendono ad acquisirne il gusto, a desiderarne di più.

43/76

Un'esperienza elevata è perfettamente compatibile con un'espressione simbolica inferiore.

44/76

C'è tanta gente malata ed esausta che, generalmente, il paradiso è concepito come un luogo di riposo.

45/76

Il Buddha è un maestro di cui la ripugnanza per le questioni infondate è non meno intensa di quella del più rigoroso fisico del XX secolo.

46/76

Il controllo sulle società continuerà a esercitarsi dopo che l'uomo è venuto al mondo; mediante il castigo, come accadeva in passato, e in misura sempre maggiore mediante metodi più efficienti di premio e di manipolazione scientifica.

47/76

L'arte di trovare cattive ragioni a ciò che si crede in virtù di altre cattive ragioni; questo è la filosofia.

48/76

L'idealismo è la nobile toga che il politico gentiluomo avvolge sul suo desiderio di potere.

49/76

La gente viaggia per le stesse ragioni per cui colleziona opere d'arte: perché così fa la buona società. Essere stati in certi punti della superficie terrestre è socialmente appropriato; dà un senso di superiorità su coloro che non ci sono mai stati.

50/76

Le feste dovrebbero essere solenni e rare, altrimenti cessano di essere feste.


Biografia di Aldous Huxley