Biografia di Ugo Bernasconi

Ugo Bernasconi
Nazione: Italia    
Ugo Bernasconi nacque a Buenos Aires, Argentina da genitori italiani di Olgiate (CO) il 21 maggio 1874 e morì a Cantù (CO) il 2 gennaio 1960. Fu pittore, scrittore, aforista e traduttore.

Venne portato in Italia da adolescente, frequentò scuole classiche a Milano e iniziò a studiare matematica a Pavia. Dopo aver abbandonato gli studi, nel 1899 si recò a Parigi. Frequentò lo studio di Eugène Carrière, pittore rappresentante del movimento simbolista, e da lui assorbì lo stile pittorico monocromatico, ma conobbe anche Matisse ed espose proprie opere agli Indépendants accanto a Cézanne.

Rientrò in Italia nel 1905 stabilendosi prima a Roma e poi a Firenze e Milano. Riprese per un certo periodo lo stile parigino, ma in breve tempo si aprì al colore riscoprendo la tradizione lombarda. Partecipò a svariate mostre, alla Quadriennale e vinse il gran premio alla Biennale di Venezia nel 1942. Alcuni suoi quadri fanno parte della Collezione Verzocchi, che si trova presso la Pinacoteca Civica di Forlì. Nel 1925 firmò il manifesto anti-fascista di Benedetto Croce.
Come traduttore, portò in italiano massime e scritti di de La Rochefoucauld, nonché pensieri di Pascal e di Prévost.


Frasi di Ugo Bernasconi

Abbiamo un totale di 1 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

L'amore spesso non è ricambiato.
L'odio lo è sempre.


Leggi le frasi di Ugo Bernasconi