Frasi di Oscar Wilde

601/628

E per quanto riguarda i presagi, cose simili non esistono. Il destino non invia araldi. È troppo saggio o troppo crudele per farlo.

602/628

La base di tutti i pettegolezzi è una certezza immorale.

603/628

Il delitto è sempre un errore. Non si dovrebbe mai fare nulla di cui non si possa parlare dopo pranzo.

604/628

Il delitto è un'esclusività delle classi inferiori, e non le biasimo affatto per questo. Immagino che per loro rappresenti quello che per noi è l'arte: semplicemente un metodo per procurarsi straordinarie sensazioni.

605/628

La morte è l'unica cosa che mi terrorizza. La odio. [...] Perché, [...] oggi a tutto si può sopravvivere fuorché a questo. La morte e la volgarità, nel diciannovesimo secolo, sono gli unici due fenomeni che non si riescono a spiegare.

606/628

La tragedia della vecchiaia non sta nel fatto di essere vecchi ma in quello di essere giovani.

607/628

La vita coniugale è solo un'abitudine, una cattiva abitudine.

608/628

Le sole persone di cui oggi ascolto le opinioni con un certo rispetto sono molto più giovani di me.

609/628

Ogni delitto è volgare, proprio come è un delitto la volgarità.

610/628

Il mondo è cambiato perché tu sei fatto di avorio e d'oro. La curva delle tue labbra riscrive la storia.

611/628

Definire significa limitare.

612/628

In campagna tutti possono essere buoni: non ci sono tentazioni.

613/628

Il modo migliore per dimenticare un grosso dolore è di mettersi un paio di scarpe molto strette.

614/628

Chiunque viva secondo i propri mezzi soffre di mancanza di immaginazione.

615/628

Ogni uomo uccide le cose che ama.

616/628

Each man kills the things he loves.

617/628

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte delle persone esiste.

618/628

Sii te stesso, tutto il resto è già stato preso.

619/628

La vita appartiene a quegli individui, strani ed eccezionali, che osano essere diversi.

620/628

Non avrai mai una seconda occasione di dare una prima impressione.

621/628

L'anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci.

622/628

Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia.

623/628

Ho il culto delle gioie semplici.
Esse sono l'ultimo rifugio di uno spirito complesso.

624/628

Fare una buona insalata significa essere un brillante diplomatico; il problema è identico in entrambi i casi: sapere con esattezza quanto olio mescolare col proprio aceto.

625/628

Il mondo è diviso in due classi:
coloro che credono nell'incredibile
e coloro che fanno cose incredibili.

626/628

Tutto è così adulterato oggigiorno che neppure la dinamite la puoi comprare allo stato puro.

627/628

Se non si è ricchi, avere del fascino non serve a niente.

628/628

Se un amico non mi invita al suo compleanno non importa, ma se non condivide con me un grande dolore allora mi offendo.


Biografia di Oscar Wilde