Frasi di Tolstoj



1/26

Tutti vogliono trasformare l'umanità, ma a nessuno viene l'idea di trasformare se stesso.

2/26

Capì che bastava soltanto dimenticare se stessi e amare gli altri, e si poteva essere calmi, felici, ottimi.

3/26

L'inferiorità della donna nel campo dei diritti sociali non sta nel fatto che essa non può votare, bensì essa sta nel fatto che la donna non è pari all'uomo nel rapporto sessuale.

4/26

L'idea dell'eternità è una malattia dello spirito.

5/26

La vita è un sonno, la morte è il risveglio.

6/26

Sparlare degli altri piace così tanto alle persone, che è molto difficile trattenersi dal condannare un uomo per fare piacere ai nostri interlocutori.

7/26

È coraggioso colui che teme quel che deve temersi, e non teme quel che non deve temersi.

8/26

L'uomo non è mai tanto egoista come nei momenti di entusiasmo.

9/26

L'unilateralità è la causa principale dell'infelicità dell'uomo.

10/26

Lo scopo della vita dell'uomo è l'impiego di tutte le possibili facoltà per lo sviluppo multilaterale di tutto l'essere.

11/26

Gli inglesi sono gente moralmente nuda, e vanno in giro così, senza vergogna.

12/26

Più gli uomini sono immorali, più aumentano le loro esigenze.

13/26

Non è possibile costringere la mente a analizzare e a capire ciò che il cuore non vuole.

14/26

Non si può essere buoni a metà.

15/26

La vita è stata data agli uomini per la loro felicità, loro devono solo viverla nel modo giusto.

16/26

La vita individuale dell'uomo non consiste in altro che nel suo avvicinamento alla morte e nella liberazione dal corpo della sua essenza spirituale.

17/26

Dove va l'ago va anche il filo.

18/26

È impossibile figurarsi nella vita un uomo privo del libero arbitrio.

19/26

Non solo gli uomini, ma anche gli animali nella vecchiaia diventano più buoni.

20/26

Mangia per vivere, non vivere per mangiare.

21/26

Loro mi giudichino pure come vogliono, posso ingannare loro, ma non ingannerò me stesso.

22/26

Il poeta sottrae tutto il meglio della vita per trasferirlo nella sua scrittura. Perciò la sua scrittura è così splendida e la vita così brutta.

23/26

L'arte è la più alta manifestazione di potenza dell'uomo. Si dà a pochi eletti ed eleva chi è eletto a una tale altezza da far girare la testa, tanto che è difficile non perder il senno. Nell'arte, come in ogni lotta, ci sono eroi che dedicano tutto alla loro missione e che muoiono senza raggiungere lo scopo.

24/26

Felicità è trovarsi con la natura, vederla, parlarle.

25/26

L'uomo non vive per soddisfare i suoi bisogni, ma vive per l'amore.

26/26

Primavera straordinariamente gradevole. Ogni volta non riesco a credere ai miei occhi. È possibile che tutta quella bellezza nasca dal niente?




Biografia di Tolstoj