Frasi di Nelson Mandela

51/111

Nei paesi in cuile persone innocenti stanno morendo, i leader stanno seguendo il loro sangue piuttosto che i loro cervelli.

52/111

A differenza di alcuni politici, posso ammettere un errore.

53/111

Io sogno la realizzazione dell'unità dell'Africa, perla quale i leader dei paesi uniscono i loro sforzi per risolvere i problemi di questo continente. Io sogno dei nostri vasti deserti, delle nostre foreste, di tutte le nostri grandi regioni selvagge.

54/111

Solo gli uomini liberi possono negoziare. I prigionieri non possono stipulare contratti. La vostra libertà e la mia non possono essere separate.

55/111

Se c'è un paese che ha commesso atrocità indicibili nel mondo, sono gli Stati Uniti d'America.

56/111

Dimenticate il passato.

57/111

Date ai bambini l'amore, le risate e le pace, non l'AIDS.

58/111

L'intervento funziona solo quando le persone interessate sembrano nutrire passione per la pace.

59/111

I leader, in tutti i settori, che vivono con l'HIV dovrebbero essere incoraggiati, non costretti, a dare l'esempio rivelando il loro stato di sieropositività.

60/111

Se c'è qualcosa che mi avrebbe ucciso è svegliarsi la mattina senza sapere cosa fare.

61/111

Non vorrei legarmi ad alcun particolare sistema sociale diverso del socialismo.

62/111

Ho sempre considerato me stesso, in primo luogo, come un patriota africano.

63/111

Sono stato influenzato nel mio pensiero sia da ovest che da est.

64/111

Non posso fingere di essere coraggioso e di poter battere il mondo intero.

65/111

La nonviolenza è una buona politica quando le condizioni lo consentono.

66/111

Mi hanno chiamato terrorista, ma quando sono uscito di prigione molte persone mi abbracciavano,compresi i miei nemici. E' una cosa che normalmente ricordo alle persone che stanno lottando per la libertà nel loro paese e vengono chiamati terroristi.

67/111

I comunisti hanno sempre svolto un ruolo attivo nella lotta dei paesi coloniali perla loro libertà, perché gli obiettivi a breve termine del comunismo avrebbero dovuto sempre corrispondere con gli obiettivi a lungo termine dei movimenti perla libertà.

68/111

Non c'è nulla che io temo di più che svegliarsi senza un programma che mi aiuterà a portare un po' di felicità a coloro che non hanno risorse, coloro che sono poveri, analfabeti, o che vivono con una malattia terminale.

69/111

Diamo pubblicità all'HIV e all'AIDS per non nasconderlo, perché l'unico modo per farla apparire come una malattia normale come la tubercolosi, come il cancro, è sempre quello di portarla allo scoperto e dire che qualcuno è morto a causa del virus dell'HIV e dell'AIDS. La gente smetterà di considerarla come qualcosa di straordinario.

70/111

Lo sforzo titanico che ha portato la liberazione in Sud Africa, e ha assicurato la totale liberazione dell'Africa, costituisce un atto di redenzione per i neri del mondo.

71/111

Ci sono molte persone in Sud Africa che sono ricche e che possono condividere queste ricchezze con quelli meno fortunati che non sono stati in grado di conquistare la povertà.

72/111

Prima di andare in prigione, ero attivo in politica come membro di un'organizzazione leader del SudAfrica, ed ero solitamente occupato dalle sette della mattina fino alla mezzanotte. Non ho mai avuto il tempo di sedermi e pensare.

73/111

Ci sono molte persone che ritengono che è inutile continuare a parlare di pace e non-violenza nei confronti di un governo la cui unica risposta sono gli attacchi selvaggi verso un popolo inerme e indifeso.

74/111

Gli Stati Uniti hanno commesso gravi errori nella condotta dei loro affari esteri, e hanno avuto a lungo ripercussioni sfavorevoli dopo che sono state prese tali decisioni.

75/111

Il nostro giocare in piccolo non serve al mondo.

76/111

Nessuno nasce odiando qualcun altro per il colore della pelle, il suo ambiente sociale o la sua religione. Le persone odiano perché hanno imparato a odiare, e se possono imparare a odiare possono anche imparare ad amare, perché l'amore arriva in modo più naturale nel cuore umano che il suo opposto.

77/111

Quello che conta nella vita non è il semplice fatto che abbiamo vissuto. È il modo in cui abbiamo fatto la differenza nella vita degli altri a determinare il significato della vita che conduciamo.

78/111

L'istruzione è l'arma più potente per cambiare il mondo.

79/111

Essere liberi non significa solo spezzare le proprie catene. Significa vivere rispettando e valorizzando la libertà degli altri.

80/111

La maggior gloria nella vita non è non cadere mai, ma rialzarsi ogni volta che si cade.

81/111

Fondamentalmente sono un ottimista. Non so dire se dipenda dal carattere o dall'istruzione.
Parte dell'essere ottimisti è fatto dal tenere la testa verso il sole e muovere i piedi in avanti.
Cisono stati molti momenti difficili in cui la mia fiducia nell'umanità è stata messa alla prova, ma non avrei voluto e potuto abbandonarmi alla disperazione.
Quella strada porta alla sconfitta e alla morte.

82/111

Una stampa critica, indipendente e investigativa è la linfa vitale della democrazia. La stampa dev'essere libera dalle interferenze statali.
Deve avere la forza economica di opporsi alle lusinghe di chi governa.
Deve essere sufficientemente indipendente dagli interessi di parte per essere coraggiosa e cercare la verità senza paura o favori.
Deve godere della protezione della costituzione, così che possa a sua volta proteggere i nostri diritti di cittadini.

83/111

Una delle cose che mi preoccupava era venire innalzato alla posizione di un semidio, perché allora non sei più un essere umano. Volevo essere conosciuto come Mandela, un uomo con delle debolezze, alcune fondamentali, e un uomo impegnato.

84/111

Ho camminato sulla lunga strada perla libertà. Ho cercato di non barcollare; ho fatto passi falsi lungo il cammino.
Ma ho imparato che solo dopo aver scalato una grande collina, uno scopre che ci sono molte altre colline da scalare.
Mi sono preso un momento per ammirare il panorama glorioso che mi circondava, per dare un'occhiata da dove ero venuto.
Ma posso riposarmi solo un momento, perché con la libertà arrivano le responsabilità e non voglio indugiare, il mio lungo cammino non è finito.

85/111

Le difficoltà spezzano alcuni uomini ma rafforzano altri. Nessun'ascia è abbastanza affilata da tagliare l'anima di un peccatore che continua a peccare, uno armato con la speranza che si rialzerà persino alla fine.

86/111

Sembra sempre impossibile finché non è fatto.

87/111

Ho imparato che il coraggio non è l'assenza di paura, ma il trionfo sulla paura. L'uomo audace non è quello che non ha paura, ma quello che conquista la paura.

88/111

Se vuoi fare la pace col tuo nemico, ci devi lavorare insieme. Allora diventa tuo alleato.

89/111

Non sono l'unico che non vuole vendetta. Quasi tutte le persone che erano in carcere con me non vogliono vendetta, perché non c'è tempo perfare qualcosa che non sia provare a salvare la tua gente.

90/111

Ieri mi definivano un terrorista, ma quando sono uscito di prigione molte persone sono passate dalla mia parte, compresi i miei nemici, e ora è quello che dico di solito a chi definisce terroristi le persone che stanno combattendo per la liberazione nel loro paese. Gli dico che anch'io ero un terrorista ieri, ma oggi sono ammirato da quelli che ieri mi definivano in quel modo.

91/111

Se potessi tornare indietro nel tempo, farei le stesse cose. Così farebbe qualsiasi uomo che osa definirsi tale.

92/111

Non c'è niente come tornare in un posto rimasto identico per scoprire in quanti modi sei cambiato.

93/111

Come la schiavitù e l'apartheid, la povertà non è naturale.
Sono le persone che hanno creato la povertà e che hanno sopportato la povertà, e sono le persone che la sconfiggeranno.
E sconfiggere la povertà non è un gesto di carità. È un gesto di giustizia.
È la protezione di un diritto umano fondamentale, il diritto a una vita decente e dignitosa.

94/111

La morte è qualcosa di inevitabile. Quando un uomo ha fatto quello che ritiene il suo dovere per la sua gente e il suo paese, può riposare in pace.
Credo di aver fatto quello sforzo ed è per questo che riposerò per l'eternità.

95/111

Il risentimento è come bere veleno e sperare che uccida i tuoi nemici.

96/111

Si dice che uno non conosce davvero un paese finché non è stato nelle sue carceri.
Un paese non dovrebbe essere giudicato da come tratta i suoi cittadini più in alto, ma quelli più in basso.

97/111

La rabbia e la violenza non possono costruire una nazione. Ci stiamo sforzando di procedere in un modo e verso un risultato che garantirà che tutte le nostre persone, bianche e nere, emergano come vincitori.

98/111

Non c'è niente di appassionante nel puntare in basso, nell'accontentarsi di una vita che è meno di quella che saresti capace di vivere.

99/111

Possano le tue scelte riflettere le tue speranze, non le tue paure.

100/111

Quando a un uomo è negato il diritto di vivere la vita in cui crede, questi non ha altra scelta che diventare un fuorilegge.


Biografia di Nelson Mandela