Frasi di Ippocrate



1/29

Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo.

2/29

Prima di cercare la guarigione di qualcuno, chiedigli se è disposto a rinunciare alle cose che lo hanno fatto ammalare.

3/29

Esistono soltanto due cose: scienza ed opinione; la prima genera conoscenza, la seconda ignoranza.

4/29

La guarigione è legata al tempo e a volte anche alle circostanze.

5/29

Per le malattie estreme i trattamenti estremi sono i più efficaci.

6/29

Quando due dolori si verificano insieme, ma non nello stesso posto, il più violento oscura l'altro.

7/29

Una donna incinta, se salassata, abortisce, specialmente se il feto è assai grande.

8/29

Curare a volte, alleviare spesso, confortare sempre.

9/29

Il bere vino puro calma la fame.

10/29

È meglio che una febbre venga a seguito di una convulsione che la convulsione a seguito di una febbre.

11/29

Lasciate che il cibo sia la vostra medicina e la vostra medicina sia il cibo.

12/29

Una dissenteria che comincia con bile nera è mortale.

13/29

In ogni malattia è buon segno avere sano l'intelletto e prendere volentieri gli alimenti che sono offerti; il contrario è cattivo segno.

14/29

Se in uno sofferente di dissenteria le feci sono come pezzi di carne, ciò è segno mortale.

15/29

Se un uomo ubriaco diventa improvvisamente muto, egli muore con convulsioni, a meno che egli non sia preso da febbre, a meno che non viva sino a quando l'ebbrezza scompaia ed egli recuperi la voce.

16/29

Gli itterici non sono molto flatulenti.

17/29

Gli eunuchi non si ammalano di gotta né diventano calvi.

18/29

Se la mestruazione è soppressa, un flusso di sangue dal naso è buon segno.

19/29

I balbuzienti sono presi di solito da una diarrea prolungata.

20/29

Se c'è amore per l'uomo, ci sarà anche amore per la scienza.

21/29

Coloro a cui il purgante o il salasso giovano, debbono essere purgati o salassati in primavera.

22/29

Dopo la rottura di un osso, si ha la demenza se la cavità è penetrata.

23/29

In caso di colpo al cervello, da qualsiasi causa, i pazienti necessariamente diventano, all'improvviso, privi di parola.

24/29

La vita è breve, l'arte è lunga, l'occasione è fugace, l'esperienza è fallace, il giudizio è difficile.

25/29

Quando la malattia è nel suo culmine, allora è necessario usare il regime più ristretto.

26/29

In casi di consunzione, in cui i capelli cadono dalla testa, costoro, quando sopraggiunge la diarrea, muoiono.

27/29

Le abitudini di lunga data, anche se cattive, sono di solito meno nocive delle cose non usuali; bisogna dunque cambiare talvolta le abitudini in cose non usuali.

28/29

Se una febbre non abbandona il paziente nei giorni dispari, di solito è dispari.

29/29

I gonfiori molli sono buoni, quelli duri sono cattivi.




Biografia di Ippocrate