Biografia di Walter Bonatti

Walter Bonatti
Nazione: Italia    
Walter Bonatti nacque a Bergamo il 22 giugno 1930 e morì a Roma il 13 settembre 2011. Fu una delle massime figure dell'alpinismo mondiale oltre che autore di libri e reportage. Scalò numerose vette in tutto il mondo e resta ancora nella storia l'impresa della scalata del K2 in una spedizione guidata da Ardito Desio. Nel libro Le mie montagne Bonatti scrisse: "Quello che riportai dal K2 fu soprattutto un grosso fardello di esperienze personali negative, direi fin troppo crude per i miei giovani anni.". Infatti da quel momento Bonatti scelse di compiere imprese alpinistiche prevalentemente in solitaria. Nel 1965, dopo aver scalato la parete nord del Cervino in solitaria in febbraio ed essere stato insignito della Medaglia d'oro della Presidenza della Repubblica, si ritirò dall'alpinismo estremo. Compì innumerevoli altre imprese tra le quali ricordiamo la discesa in canoa per 2500 km dei fiumi Yukon e Porcupine attraverso il Klondike e lo Yukon, la scalata del Kilimanjaro e del Ruwenzori in Africa e due spedizioni, del 1967 e nel 1968 alla ricerca delle sorgenti del Rio delle Amazzoni. Nel 1970 scalò l'Aconcagua, nelle Ande. Nel 1978 tornò di nuovo a cercare le sorgenti del Rio delle Amazzoni, e le trovò, dimostrando l'errore di una precedente spedizione. Partecipò anche ad alcune trasmissioni televisive, ma solo dopo che il CAI, nel 2008, ebbe pubblicato una revisione finale di ciò che realmente accadde durante la spedizione sul K2 nel 1954, con la convalida della versione di Bonatti.

Frasi di Walter Bonatti

Abbiamo un totale di 1 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

La montagna più alta da scalare rimane sempre dentro di noi.


Leggi le frasi di Walter Bonatti