Frasi di Oscar Wilde

101/628

Finora ignoravo cosa fosse il terrore: ormai lo so. E' come se una mano di ghiaccio si posasse sul cuore. E' come se il cuore palpitasse, fino a schiantarsi, in un vuoto abisso.

102/628

Forse, dopo tutto, l'America non è mai stata scoperta. Io personalmente direi che è stata appena intravista.

103/628

Fra uomo e donna non può esserci amicizia. Vi può essere passione, ostilità, adorazione, amore, ma non amicizia.

104/628

Gli ideali sono cose pericolose. E' meglio la realtà: ferisce, ma vale di più.

105/628

Fu un giorno fatale quello nel quale il pubblico scoprì che la penna è più potente del ciottolo, e può diventare più dannosa di una sassata.

106/628

Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi.

107/628

Gli esami non hanno alcun valore. Se uno è un gentiluomo, ne sa abbastanza; se non è un gentiluomo, qualsiasi cosa sappia è per lui un male.

108/628

La differenza tra gli uomini e le donne: gli uomini conoscono la vita troppo presto; le donne conoscono la vita troppo tardi.

109/628

Gli uomini possono diventare ricchi, ma non diventano mai buoni.

110/628

Ho il culto delle gioie semplici. Esse sono l'ultimo rifugio di uno spirito complesso.

111/628

Gli uomini si sposano perchè sono stanchi. Le donne perchè sono curiose. Entrambi rimangono delusi.

112/628

I bei modi, prima della morale!

113/628

Gli uomini sono proprio senza cuore: conoscono il loro potere e lo usano.

114/628

I due punti più deboli della nostra epoca sono la mancanza di principi e la mancanza di immagine.

115/628

I figli iniziano amando i loro genitori, in seguito li giudicano. Raramente, se non mai, li perdonano.

116/628

Gli uomini vorrebbero essere sempre il primo amore di una donna. Questa è la loro sciocca vanità. Le donne hanno un istinto più sottile per le cose: a loro piace essere l'ultimo amore di un uomo.

117/628

I libri che gli uomini chiamano immorali sono semplicemente libri che mostrano al mondo la sua vergogna.

118/628

I mariti delle donne particolarmente belle appartengono alla malavita.

119/628

I matrimoni senza amore sono orribili. Ma vi è qualcosa di peggiore di un matrimonio assolutamente senza amore. É il matrimonio in cui vi sono amore, fedeltà, devozione, ma solo da una parte: uno dei due cuori si spezzerà sicuramente.

120/628

I miei affari mi annoiano a morte. Preferisco quelli degli altri.

121/628

I piaceri semplici sono l'ultimo rifugio della gente complicata.

122/628

I più vivono per l'amore e l'ammirazione, ma è grazie all'amore e all'ammirazione che noi dovremmo vivere. Se l'amore ci viene dimostrato, dovremmo riconoscere che non ne siamo degni.

123/628

Il buono finisce bene e il cattivo male. Questa è la Letteratura.

124/628

I paradossi sono sempre pericolosi.

125/628

Il cinismo é l'arte di vedere le cose come sono, non come dovrebbero essere.

126/628

Il delitto è sempre volgare; la volgarità è sempre delitto.

127/628

Il dovere è ciò che pretendiamo dal prossimo, non quello che facciamo noi.

128/628

Il fatto è che gli uomini non dovrebbero mai tentare di dettar legge alle donne. Non sanno mai come farlo e, quando lo fanno, dicono sempre cose particolarmente stupide.

129/628

Il fidanzamento dovrebbe giungere a una ragazza come una sorpresa, piacevole o spiacevole che sia. Non è, in effetti, una questione in cui le dovrebbe essere permesso di agire per se stessa.

130/628

Il lavoro è il rifugio di coloro che non hanno nulla di meglio da fare.

131/628

Il mondo ha sempre riso delle proprie tragedie ed è questo l'unico modo in cui è riuscito a sopportarle. Di conseguenza tutto ciò che il mondo ha trattato in maniera seria appartiene al lato comico delle cose.

132/628

Il lavoro è la maledizione delle classi che bevono.

133/628

Il legame di ogni rapporto, sia nel matrimonio sia nell'amicizia, sta nella conversazione.

134/628

Il Libro dei Libri inizia con un uomo ed una donna in paradiso, e finisce con l'Apocalisse.

135/628

Il mondo è stato fatto dagli sciocchi affinché ci vivano i saggi.

136/628

Il male non è che fuori si invecchia, è che molti non rimangono giovani dentro.

137/628

Il mistero dell'amore è più grande del mistero della morte.

138/628

Bene e male, peccato e innocenza, attraversano il mondo tenendosi per mano. Chiudere gli occhi di fronte a metà della vita per vivere in tranquillità è come accecarsi per camminare con maggior sicurezza in una landa disseminata di burroni e precipizi.

139/628

Il nostro essere è il nostro passato. E solamente col passato è possibile giudicare le persone.

140/628

Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia.

141/628

Il piacere è l'unica cosa su cui valga la pena di avere una teoria.

142/628

Il pianto è il rifugio delle donne brutte, ma la rovina di quelle attraenti.

143/628

Il poeta può sopportare tutto, tranne un errore di stampa.

144/628

Il primo dovere nella vita è quello di essere il più artificiali possibile. Quale sia il secondo, nessuno lo ha ancora scoperto.

145/628

Il vero svantaggio del matrimonio è che rende altruisti. E le persone altruiste sono insignificanti. Mancano di individualità.

146/628

Il sentimento va bene come fiore all'occhiello. Ma la cosa essenziale per la cravatta è lo stile. Una cravatta ben annodata è il primo passo serio nella vita.

147/628

Il solo fascino del passato è il fatto che è passato.

148/628

Il valore di un'idea non ha niente a che fare con la sincerità di chi la espone. E' molto più probabile che quanto meno si è sinceri, tanto più l'idea sarà intellettualmente limpida, perché non sarà contagiata dalle sue necessità, desideri o pregiudizi.

149/628

Il vantaggio delle emozioni è che ci traviano.

150/628

Il vero sciocco, quello di cui gli dèi si fanno beffa o che essi deridono, è colui che non conosce se stesso.


Biografia di Oscar Wilde