Frasi di George Bernard Shaw

1/54

Forse il più grande servizio sociale che possa essere reso da chiunque al proprio paese, o all'umanità, è formarsi una famiglia.

2/54

L'ipocrisia è l'omaggio che la verità rende all'errore.

3/54

L'uomo ragionevole adegua se stesso al mondo. L'uomo irragionevole persiste nel tentativo di adeguare il mondo a se stesso. Perciò ogni progresso dipende dall'uomo irragionevole.

4/54

Non abbiamo diritto di consumare felicità senza produrne più di quanto abbiamo diritto di consumare ricchezze senza produrne.

5/54

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso; e si usano le opere d'arte per guardare la propria anima.

6/54

È pericoloso essere sinceri, a meno che di essere anche stupidi.

7/54

Il ballo è un rozzo tentativo di entrare nel ritmo della vita.

8/54

Il potere non corrompe gli uomini; e tuttavia, se arrivano al potere, gli sciocchi corrompono il potere.

9/54

Per giocare a cricket non è necessario essere stupidi. Esserlo, però, aiuta molto.

10/54

Sapendo che il primo posto nel cuore dei loro uomini è incontrastatamente occupato dai cavalli, le donne inglesi cercano di assicurarsi almeno il secondo posto in graduatoria, facendo di tutto per assumere un aspetto equino. E di solito ci riescono.

11/54

Gli uomini scherzano con gli affari e la politica, ma mai con il gioco.

12/54

La burocrazia è fatta di funzionari, l'aristocrazia di idoli, la democrazia di idolatri.

13/54

Esistono cinque categorie di bugie: la bugia semplice, le previsioni del tempo, la statistica, la bugia diplomatica e il comunicato ufficiale.

14/54

Moda: un'epidemia creata ad arte.

15/54

Martirio: l'unico mezzo con il quale un uomo può diventare famoso senza abilità.

16/54

Gli uomini sono saggi non in proporzione alla loro esperienza, ma alla loro capacità di esperienza.

17/54

Alcuni vedono le cose come sono e dicono perché? Io sogno cose non ancora esistite e chiedo perché no?

18/54

C'è una sola religione, benché ne esistano un centinaio di versioni. (dalla prefazione di Commedie piacevoli)

19/54

Fa in modo che si veda che stai adulando un uomo, perché ciò che lo lusinga realmente è il fatto che tu pensi che valga la pena lusingarlo. (da John Bull's other Island)

20/54

Il ballo è un rozzo tentativo di entrare nel ritmo della vita. (da Torniamo a Matusalemme)

21/54

Il segreto per essere infelici sta nell'avere il tempo sufficiente per domandarsi se si è felici. (dalle Massime)

22/54

Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo. (da Torniamo a Matusalemme)

23/54

Tutte le professioni sono delle cospirazioni contro i profani.

24/54

Le persone che si lamentano del proprio stato danno sempre la colpa alle circostanze. Le persone che vanno avanti in questo mondo sono quelle che si danno da fare e cercano le circostanze che vogliono e se non riescono a trovarle, le creano. (da La professione della signora Warren)

25/54

Nella vita esistono due tragedie. La prima è la mancata realizzazione di un intimo desiderio, l'altra è la sua realizzazione. (citato in Istruzioni per rendersi infelici di Paul Watzlawick)

26/54

Quelli che sanno, fanno. Quelli che non sanno, insegnano.

27/54

Non sa niente, e crede di saper tutto. Questo fa chiaramente prevedere una carriera politica. (da Il maggiore Barbara)

28/54

Ogni Inglese crede che Händel ora occupi un'importante posizione in paradiso. Se è così, le bon Dieu dovrebbe sentirsi davanti a lui come Luigi XIII dinanzi Richelieu. (da Ainslee's Magazine, maggio 1913)

29/54

Troppo stanco per lavorare, scrivevo libri. (citato in Giorgio Manganelli, Il rumore sottile della prosa, Adelphi)

30/54

Non fare agli altri ciò che vorresti che loro facessero a te. Possono avere gusti diversi dai tuoi.

31/54

Quando uno stupido fa qualcosa di cui si vergogna, dice sempre che è suo dovere. (da Caesar and Cleopatra, III)

32/54

Una vacanza perpetua è una definizione calzante di inferno. (citata in Charles Krauthammer, Holiday: Living on a Return Ticket – Time, 27 agosto 1984)

33/54

Amo citarmi spesso; aggiunge sapore alla conversazione.

34/54

Non ci sono segreti custoditi meglio di quelli che tutti conoscono.

35/54

Chiunque sia un po' specialista è, a rigor di termini, un idiota.

36/54

Come ogni giovanotto, tu esageri di molto la differenza tra una donna e l'altra.

37/54

Essere innamorati significa esagerare smisuratamente la differenza fra una donna e un'altra.

38/54

Finché ho un desiderio, ho una ragione per vivere. La soddisfazione è la morte.

39/54

Non ammiro il coraggio dei domatori: chiusi in gabbia sono al riparo dagli uomini.

40/54

Il successo copre una miriade di errori.

41/54

L'esperienza insegna che gli uomini dall'esperienza non hanno mai imparato nulla.

42/54

La democrazia sostituisce l'elezione da parte dei molti incompetenti all'incarico affidato dai pochi corrotti.

43/54

Non abbiamo il diritto di consumare felicità senza produrne, proprio come non abbiamo il diritto di consumare ricchezza senza guadagnare.

44/54

La maggior parte di noi nasce con l'aiuto del medico e muore allo stesso modo.

45/54

La regola d'oro è che non esistono regole d'oro.

46/54

La vita livella tutti gli uomini. La morte rivela gli eminenti.

47/54

Le peggiori cricche sono quelle composte da un uomo solo.

48/54

Mi piace la convalescenza: è la cosa per cui vale la pena ammalarsi.

49/54

Nessuna domanda è più difficile di quella la cui risposta è ovvia.

50/54

Il peggior peccato contro i nostri simili non è l'odio, ma l'indifferenza: questa è l'essenza della disumanità.


Biografia di George Bernard Shaw