Biografia di Carl Sandburg

Carl Sandburg
Nazione: Stati Uniti d'America    
Carl August Sandburg nacque a Galesburg, Illinois, USA il 6 gennaio 1878 e morì a Flat Rock, North Carolina, USA il 22 luglio 1967. Fu un poeta.

A partire dall'età di 11 anni, svolse diverse occupazioni, come facchino di un barbiere, autista di un camioncino del latte, manovale in una fabbrica di mattoni e mietitore nei campi di grano del Kansas. Quando nel 1898 scoppiò la guerra ispano-americana, si arruolò nel 6° Fanteria dell'Illinois. Questi primi anni li descrisse in seguito nella sua autobiografia Always the Young Strangers (1953). Dal 1910 al 1912 fu organizzatore del Partito socialdemocratico e segretario del sindaco di Milwaukee. Trasferitosi a Chicago nel 1913, divenne redattore di System, una rivista economica, e successivamente entrò a far parte dello staff del Chicago Daily News.

Nel 1914 apparve sulla rivista Poetry un gruppo di poesie su Chicago (pubblicate in forma di libro nel 1916). Nella sua poesia più famosa, Chicago, ritrae la città come una ridente, lussuriosa, incurante "macellaio di maiali, fabbricante di utensili, impilatore di grano, giocatore di ferrovie e trasportatore di merci per la nazione". La sua poesia suscitò un'impressione immediata e favorevole. In Good Morning, America (1928) sembrava aver perso un po' della sua fede nella democrazia, ma dagli abissi della Grande Depressione scrisse un testamento poetico al potere del popolo di andare avanti, The People, Yes (1936). Le canzoni popolari che cantò davanti a un pubblico entusiasta furono pubblicate in due raccolte, The American Songbag (1927) e New American Songbag (1950). Scrisse la popolare biografia Abraham Lincoln: The Prairie Years, 2 volumi (1926), e Abraham Lincoln: The War Years, 4 volumi (1939; Premio Pulitzer per la storia, 1940).
Nel 1948 pubblicò un lungo romanzo, Remembrance Rock, che riassume l'esperienza americana da Plymouth Rock alla Seconda Guerra Mondiale. Nel 1950 esce Complete Poems. Scrisse quattro libri per bambini: Rootabaga Stories (1922), Rootabaga Pigeons (1923), Rootabaga Country (1929) e Potato Face (1930).

Frasi di Carl Sandburg

Abbiamo un totale di 3 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

La luna è l'unico amico con cui il solitario può parlare.


Leggi le frasi di Carl Sandburg