Frasi di Marcel Proust



1/14

L'istinto detta il dovere e l'intelligenza fornisce i pretesti per eluderlo.

2/14

I paradossi di oggi sono i pregiudizi di domani.

3/14

La fotografia acquista un po' della dignità che le manca quando cessa di essere una riproduzione della realtà e ci mostra cose che non esistono più.

4/14

L'unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell'avere nuovi occhi.

5/14

Lasciamo le belle donne agli uomini senza immaginazione.

6/14

Siamo costretti, per rendere la realtà sopportabile, a coltivare in noi qualche piccola follia.

7/14

Quando si fa quel che si può, si fa quel che si deve.

8/14

É più facile rinunciare ad un sentimento che perdere un'abitudine.

9/14

Se sognare un poco è pericoloso, la sua cura non è sognare meno ma sognare di più, sognare tutto il tempo.

10/14

Tutte le decisioni definitive sono prese in uno stato d'animo che non è destinato a durare.

11/14

Le teorie e le scuole, come i microbi e i globuli, si divorano tra di loro e assicurano, con la loro lotta, la continuità della vita.

12/14

Viviamo di solito nell'abitudine, con il nostro essere ridotto al minimo. Le nostre facoltà restano addormentate, riposando sui guanciali dell'abitudine: essa sa quello che c'è da fare e non ha bisogno di loro.

13/14

Amore è spazio e tempo misurati dal cuore.

14/14

L'amore è l'esempio lampante di quanto poco significhi per noi la realtà.




Biografia di Marcel Proust