Biografia di Marilyn Monroe

Marilyn Monroe
Nazione: Stati Uniti d'America    
Norma Jeane Mortenson Baker Monroe nacque a Los Angeles il giorno 1 giugno 1926 e morì sempre a Los Angeles il 4 agosto 1962. Fu modella, attrice, cantante e produttrice cinematografica.

Prese in seguito il nome della madre, Baker: questa fu spesso rinchiusa in manicomio e lei fu allevata da 12 coppie successive di genitori adottivi e, per un certo periodo, in un orfanotrofio. Nel 1942 sposò un compagno di lavoro in una fabbrica di aerei, ma divorziarono subito dopo la Seconda Guerra Mondiale. Divenne una popolare modella per fotografi e nel 1946 firmò un contratto a breve termine con la Twentieth Century-Fox, assumendo come nome d'arte Marilyn Monroe. Dopo alcune brevi apparizioni in film prodotti dagli studios Fox e Columbia, rimase nuovamente disoccupata e tornò a fare la modella per i fotografi. La sua foto di nudo su un calendario le procurò un ruolo nel film Scudda-Hoo! Scudda-Hay! (1948), a cui seguirono altri ruoli minori.
Nel 1950 ebbe un piccolo ruolo non accreditato in Giungla d'asfalto, che le procurò una montagna di lettere di ammiratori. Un'apparizione in All About Eve (1950) le valse un altro contratto con la Fox e molti riconoscimenti. In una serie di film, tra cui Let's Make It Legal (1951), Love Nest (1951), Clash by Night (1952) e Niagara (1953), l'attrice passa al ruolo di star grazie alla sua immagine di "dea dell'amore" promossa dagli studios. Con le interpretazioni in Gentlemen Prefer Blondes (1953), How to Marry a Millionaire (1953) e There's No Business Like Show Business (1954), la sua fama cresce costantemente e si diffonde in tutto il mondo, diventando oggetto di un'adulazione popolare senza precedenti. Nel 1954 sposò la star del baseball Joe DiMaggio e la pubblicità che ne derivò fu enorme. Con la fine del loro matrimonio, meno di un anno dopo, cominciò a essere scontenta della sua carriera.

Studiò con Lee Strasberg all'Actors' Studio di New York e in The Seven Year Itch (1955) e Bus Stop (1956) iniziò a emergere come attrice comica di talento. Nel 1956 sposa il drammaturgo Arthur Miller e si ritira brevemente dal cinema, anche se recita con Laurence Olivier in The Prince and the Showgirl (1957). Per la prima volta come attrice seria, ottiene il plauso della critica per Some Like It Hot (1959).
Il suo ultimo film, il dramma The Misfits (1961), fu scritto da Miller appositamente per la Monroe, anche se il loro matrimonio si disintegrò durante la produzione; i due divorziarono nel 1961.
Nel 1962 iniziò a girare la commedia Sometnihg's Got to Give Tuttavia, si assentò spesso dal set a causa di malattie, e a maggio si recò a New York per partecipare a un gala in cui cantò notoriamente "Happy Birthday" al presidente John F. Kennedy, con il quale avrebbe avuto una relazione. A giugno fu licenziata dal film. Anche se in seguito fu riassunta il lavoro non riprese mai veramente.

Dopo diversi mesi di reclusione virtuale, morì per una probabile overdose di sonniferi (barbiturici) nella sua casa di Los Angeles. La sua morte fu dichiarata un "probabile suicidio", e questa conclusione fu supportata dalla storia dell'attrice di uso di droghe e di precedenti tentativi di suicidio. Tuttavia, alcuni ritennero che fosse stata uccisa dopo aver minacciato di rivelare la sua relazione con i fratelli Kennedy e con eventuali loro collegamenti alla criminalità organizzata. Sebbene non vi siano ad oggi prove sufficienti a sostegno di queste affermazioni, queste teorie continuano a sussistere.


Frasi di Marilyn Monroe

Abbiamo un totale di 6 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

Il sesso è una parte della natura.
Vado d'accordo con la natura.


Leggi le frasi di Marilyn Monroe