Biografia di Helen Keller

Helen Keller
Nazione: Stati Uniti d'America    
Helen Adams Keller nacque a Tuscumbia, Alabama il 27 giugno 1880 e morì a Easton, Connecticut il giorno 1 giugno 1968. Fu scrittrice, attivista e insegnante.

All'età di 19 mesi ebbe una malattia che la lasciò cieca e sorda. Fu esaminata da Alexander Graham Bell all'età di 6 anni che le inviò un'insegnante di 20 anni, Anne Sullivan (Macy) della Perkins Institution for the Blind di Boston, diretta dal genero di Bell. Sullivan fu un'insegnante notevole, rimase con lei dal marzo 1887 fino alla sua morte nell'ottobre 1936.
Nel giro di pochi mesi imparò a sentire gli oggetti e ad associarli a parole enunciate grazie ai segnali delle dita fatti sul palmo della mano e a strutturare frasi proprie organizzando le parole in un contesto. Nel 1888-1890 trascorse gli inverni all'istituzione Perkins imparando il Braille. Poi iniziò un lento processo di apprendimento per parlare grazie a Sarah Fuller della Horace Mann School for the Deaf, sempre a Boston. All'età di 14 anni si iscrisse alla Wright-Humason School for the Deaf di New York City, e a 16 anni entrò nella Cambridge School for Young Ladies nel Massachusetts. Vinse l'ammissione al Radcliffe College nel 1900 e si laureò con lode nel 1904.

Avendo sviluppato competenze mai avvicinate da una persona disabile allo stesso modo, iniziò a scrivere riguardo alla cecità, un argomento tabù nelle riviste femminili a causa che si faceva associando molti casi con malattie veneree. Edward W. Bok accettò i suoi articoli per il Ladies' Home Journal e altre importanti riviste, The Century, McClure's e The Atlantic Monthly, seguirono l'esempio.
Scrisse della sua vita in diversi libri, tra cui The story of my life (1903), Optimism (1903), The world I live in (1908), Light in my darkness and My religion (1927), Helen Keller's Journal (1938) e The open door (1957). Nel 1913 iniziò a tenere conferenze (con l'aiuto di un interprete), principalmente per conto della American Foundation for the Blind, per la quale in seguito creò un fondo di $ 2 milioni, e i suoi tour di conferenze la portarono più volte in tutto il mondo. Co-fondò l'American Civil Liberties Union con l'attivista per i diritti civili americano Roger Nash Baldwin e altri nel 1920. I suoi sforzi per migliorare il trattamento dei sordi e dei ciechi furono influenti nel rimuovere i disabili dai manicomi. Spinse anche l'organizzazione di commissioni per i non vedenti in 30 stati nel 1937.
L'allenamento seguito durante l'infanzia con Sullivan è stato raffigurato nella commedia di William Gibson The miracle worker (1959), che ha vinto il Premio Pulitzer nel 1960 e successivamente è stata trasformata in un film (1962), con Anne Bancroft come Sullivan e Patty Duke come Keller, che ha vinto due Academy Awards.

Morì nella sua casa di Easton all'età di 87 anni.


Frasi di Helen Keller

Abbiamo un totale di 7 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

Optimism is the faith that leads to achievement. Nothing can be done without hope and confidence.


Leggi le frasi di Helen Keller