Biografia di Michael Jordan

Michael Jordan
Nazione: Stati Uniti d'America    
Michael Jeffrey Jordan è nato a New York il 17 febbraio 1963. É imprenditore, ex cestista ed ex giocatore di baseball.

È cresciuto a Wilmington, nella Carolina del Nord, ed è entrato all'Università della Carolina del Nord a Chapel Hill nel 1981. Come matricola, realizza il canestro vincente contro Georgetown nella partita del campionato nazionale del 1982. È stato nominato giocatore dell'anno del college sia al secondo anno che al terzo anno, ma ha lasciato la North Carolina dopo il terzo anno. Ha guidato la squadra di basket degli Stati Uniti alle medaglie d'oro olimpiche nel 1984 a Los Angeles e nel 1992 a Barcellona, in Spagna.
Nel 1984 viene scelto dai Chicago Bulls. Nella sua prima stagione (1984-85) da professionista, ha guidato la lega in termini di punteggio ed è stato nominato Rookie of the Year; dopo aver saltato la maggior parte della stagione successiva con un piede rotto, è tornato a guidare la NBA in termini di punteggio per sette stagioni consecutive, con una media di circa 33 punti a partita. È stato solo il secondo giocatore (dopo Wilt Chamberlain) a segnare 3.000 punti in una sola stagione (1986-87). Jordan è stato nominato giocatore più prezioso dell'NBA (MVP) per cinque volte (1988, 1991, 1992, 1996, 1998) ed è stato anche nominato giocatore difensivo dell'anno nel 1988. Nell'ottobre 1993, dopo aver guidato i Bulls al loro terzo campionato consecutivo, si è ritirato per un breve periodo e ha intrapreso una carriera nel baseball professionistico. Tornato alla pallacanestro nel marzo 1995, nella stagione 1995-96 ha guidato i Bulls a un record di 72-10 nella stagione regolare, il migliore nella storia dell'NBA (superato nel 2015-16 dai Golden State Warriors). Dal 1996 al 1998 i Bulls vincono nuovamente tre campionati di fila e ogni volta viene nominato MVP delle finali NBA. Dopo la stagione 1997-98 si è ritirato nuovamente.
È rimasto vicino allo sport, acquistando una quota dei Washington Wizards nel gennaio 2000. È stato nominato presidente delle operazioni di basket del club. Tuttavia, la gestione dei roster e dei tetti salariali non era sufficiente e nel settembre 2001 ha rinunciato alla proprietà e alla gestione dei Wizards per diventare un giocatore della squadra. Il suo secondo ritorno in NBA fu accolto con entusiasmo dalla lega, che dal suo ritiro del 1998 aveva subito un calo di presenze e di ascolti televisivi. Dopo la stagione 2002-03, annunciò il suo ritiro definitivo. Ha chiuso la sua carriera con 32.292 punti totali e una media di 30,12 punti a partita, la migliore nella storia della lega, oltre a 2.514 rubate, il secondo record di sempre. Nel 2006 è diventato proprietario di minoranza e direttore generale degli Charlotte Bobcats (ora Charlotte Hornets) della NBA. Nel 2010 ha acquisito il controllo della squadra, diventando il primo ex giocatore NBA a diventare proprietario di maggioranza di una franchigia della lega.
Durante la sua carriera di giocatore, è stato un tiratore e un passatore di eccezionale talento e un difensore tenace. Si è guadagnato il soprannome di "Air Jordan" per la sua straordinaria capacità di salto e le sue manovre acrobatiche, e la sua popolarità ha raggiunto vette che pochi atleti (o celebrità di qualsiasi tipo) hanno conosciuto. Ha accumulato milioni di dollari grazie alle sponsorizzazioni, in particolare per le sue scarpe da basket Air Jordan. Ha anche girato un film di successo, Space Jam (1996), in cui ha recitato con i personaggi animati Bugs Bunny e Daffy Duck. Nel 1996 l'NBA lo ha nominato uno dei 50 più grandi giocatori di tutti i tempi e nel 2009 è stato eletto nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame. Nel 2016 gli è stata conferita la Medaglia presidenziale della libertà.


Frasi di Michael Jordan

Abbiamo un totale di 1 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

I can accept failure, everyone fails at something. But I can't accept not trying.


Leggi le frasi di Michael Jordan