Biografia di George Best

George Best
Nazione: Regno Unito    
George Best nacque a Belfast il 22 maggio 1946 e morì a Londra il 25 novembre 2005. Fu un calciatore.

Mentre era ancora uno scolaro fu raccomandato al Manchester United da un locale scout di calcio di Belfast, che definì il giovane un "genio": si unì al club all'età di 15 anni, e fece il suo debutto in prima divisione due anni dopo, nel 1963. Fu un successo immediato, segnando gol acrobatici e aiutando lo United a un titolo di campionato nella sua seconda stagione. Guidò il club a un altro campionato durante la stagione 1966-67. Nel 1968 venne nominato calciatore europeo dell'anno aiutando lo United a diventare il primo club inglese a vincere la Coppa dei Campioni. Segnò un totale di 178 gol nelle sue 466 partite in carriera con lo United.
Chiamato il "Fifth Beatle", aveva i capelli lunghi che era un'anomalia tra i calciatori, ma ricordava i caschetti del più importante gruppo rock and roller inglese, i Beatles. Come loro, fu una celebrità colossale. La sua fama trascese il mondo del calcio e fu il primo di molti calciatori a diventare un soggetto regolare dei tabloid britannici, che purtroppo contribuì anche a promuovere un problema di alcolismo che divenne la sua rovina.
Dopo un'aspra partenza dallo United nel 1974, giocò per numerose squadre minori in Gran Bretagna, Spagna, Australia e Stati Uniti fino al 1983. Il suo alcolismo continuò a influenzare il suo gioco, e divenne altrettanto noto per il suo talento sprecato come per la sua innegabile brillantezza.

Subì un trapianto di fegato nel 2002, ma alla fine non fu in grado di superare il suo alcolismo, e morì per una serie di infezioni legate al trapianto che il suo sistema immunitario compromesso non riusciva più a combattere.


Frasi di George Best

Abbiamo un totale di 4 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

Nel 1969 ho lasciato perdere le donne e l'alcool: sono stati i 20 minuti peggiori della mia vita


Leggi le frasi di George Best